domenica 28 ottobre 2012

Sapori d'Autunno






Care amiche, oggi parliamo dei meravigliosi sapori d'autunno.
Vivendo in una zona che è stata, soprattutto in passato, di tradizione contadina conservo un amore ancestrale per i suoi frutti.




Per i miei nonni questo periodo rappresentava il momento del raccolto e quindi la soddisfazione dopo un anno di duro lavoro.

Dalle mie parti ci sono ancora tante feste dedicate ai frutti e ai sapori d'autunno.
Si festeggiano, uva, funghi e castagne e molte ricette sono prepararate con questi ingredienti.




Vi voglio proporre un'antica ricetta.
 Si dice fosse in uso gia' nel 1600 ed infatti  questo dolce evoca un legame con sapori del passato.



Si tratta delle Ciambelle al Mosto.

La particolarità è che sono a base di mosto d'uva, la preparazione e' un pò laboriosa,  ma vale la pena provare per gustare qualcosa di inusuale.





Mezzo litro di mosto d'uva
1 kg di farina
1/4 di olio extra vergine d'oliva
scorza di un limone grattugiata
300 gr di zucchero
100 gr di lievito di birra
400 gr di uva passa

Preparare il lievito madre con 400 gr di farina e 40 gr di lievito e acqua impastare e lasciare lievitare almeno per sei ore.
Impastare tutti gli altri ingredienti, unire il lievito madre e lasciar riposare in luogo tiepido per tutta la notte.
Al mattino formare delle ciambelle e lasciar lievitare ancora fino al pomeriggio.
Infornare a 180 gradi per 20/25 minuti fino a che saranno belle colorate, spennellare con uno sciroppo molto denso di zucchero e far asciugare in forno per qualche minuto.



Da gustare ancora tiepide  quando sprigionano ancora la fragranza del mosto.




A presto
Marina


16 commenti:

  1. Cara Marina, sto assaporando le tue ciambelle attraverso la tua bella descrizione, anche perchè dubito di cimentarmi in questa lunga preparazione!
    L'autunno ci offre dei bellissimi colori e frutti, ma vedo che lì da te sembra ancora estate vista la giornata soleggiata; qui invece siamo arrivati bruscamente al freddo inverno!
    Un bacio.
    Simo

    RispondiElimina
  2. Devono essere buone...ma decisamente troppo elaborate per me...
    comunque immagino il profumino che devono sprigionare
    Buona serata
    mari

    RispondiElimina
  3. Credo proprio che le tue ciambelle siano deliziose, chissà che in una giornata un po' tranquilla io non riesca a farle?? Grazie anche del tuo dolce commento!
    Baci Maria Grazia

    RispondiElimina
  4. fantastiche queste ciambelle....sanno davvero di cose d'altri tempi.....
    Ciao francesca

    RispondiElimina
  5. Dalle mie parti con il mosto si preparano i"sugoli" una specie di budino di cui mia nonna era golosa!! La tua ricett sembra deliziosa. Baci. Eli

    RispondiElimina
  6. chissà che bontà e che profumo.... profumo d'autunno....
    ciao da claudette

    RispondiElimina
  7. Mi piacciono da matti le ricette antiche, e l'idea che non vadano perdute.
    La tua ricetta pare buonissima. Ma dove si può trovare il mosto??
    Baci cara Marina
    Silvia

    RispondiElimina
  8. beh i colori,i profumi dell'autunno sono buonissimi ma i sapori ancor di più!adoro le castagne!!(le caldarroste..sul fuoco,con la tipica padella di ferro bucata...come resistere!!)

    RispondiElimina
  9. Questi sapori...questi colori fanno parte del nostro vivere,dei nostri ricordi...della nostra storia...
    un abbraccio Lieta
    p.s. ma un pezzettino me lo lasci?

    RispondiElimina
  10. Buongiorno Marina, questa ricetta non l'avevo mai sentita, davvero interessante. L'ultima foto è meravigliosa, brava.

    Un abbraccio, buon inizio settimana

    Vivi

    RispondiElimina
  11. wow che delizia...adoro il mosto d'uva, certo non facile da trovare per chi vive in città :(
    Slurp!
    buona settimana!

    RispondiElimina
  12. Deliziosa quest'antica ricetta sembra proprio invitante.

    RispondiElimina
  13. Che bel post!Che voglia di quelle ciambelle!Baci,Rosetta

    RispondiElimina
  14. vivendo in campagna, circondata da boschi e frutteti, anche per me questi sono "frutti del bosco" facili da reperire...
    Ma la ricetta con il mosto non la conoscevo...qui si sta finendo di imbottigliare il vino e quindi mosto a disposizione, devo provarla di sicuro!
    ti ringrazio per avermi fatto scoprire questa ricetta!
    Bacioni Valeria

    RispondiElimina
  15. Marina questa ricetta è una vera chicca...e una rara delizia, dal momento che contiene come ingrediente il mosto d'uva! Ciao Mariassunta

    RispondiElimina
  16. E no eh! Non vale! Apro la tua pagina a quest' ora del mattino e mi trovo queste meraviglie!! Mamma mia......che fame!

    A presto

    Francesca

    RispondiElimina